italiano|english
User: Pass: Accedi         MyArsValue       Registrati       Acquista i servizi
Ars Value
Fernando Alfonso Mangone - Biografia
home page
opere
contatti
informazioni

Fernando Alfonso Mangone nasce nel 1958 ad Altavilla Silentina. Adolescente rivela un interesse precoce e carico di talento naturale per il linguaggio delle arti visive, tanto che inizia ad appassionarsi alla storia dell’arte sfogliando vecchi libri e ricopiandone le illustrazioni. Alla fine della scuola media si iscrive al Liceo Artistico dove la sua naturale inclinazione comincia a consolidarsi in una formazione artistica più scandita ed articolata.
Ammesso all’Accademia delle Belle Arti di Napoli si trasferisce nel 1977 All’Accademia di Belle Arti di Catanzaro dove segue il corso di pittura del prof. Gianni Pisani. L’anno successivo, rivelando una precoce propensione al nomadismo, si trasferisce a Firenze e prosegue i suoi studi presso l’Accademia di Belle Arti, seguendo il corso di pittura del professore Gustavo Giulietti e conseguendo il Diploma nell’anno accademico1980/1981, magna cum laude.
La permanenza a Firenze e nelle immediate vicinanze si protrae fino al 1989 e segna il suo esordio nell’attività di pittore in un contesto culturale ed artistico tra i più animati e rappresentativi a livello europeo di questi anni.
Nel decennio che va dal 1978 al 1989 coltiva il suo impegno artistico tra Firenze e Roma istaurando rapporti di collaborazione con numerosi intellettuali, artisti, critici d’arte e galleristi italiani e stranieri. Negli stessi anni Mangone avvia una intensa attività espositiva in gallerie e spazi pubblici nazionali ed internazionali.
Nel 1989 si trasferisce in Olanda dove l’artista vive una fase di frenetica attività creativa ed espositiva in diverse città come: l’Aia, Amsterdam, Groningen.
Degna di nota, fra le altre, è la serie di mostre realizzate presso l’istituto Italiano di cultura di Amsterdam, fra il 1992 ed il 1993, a cura di Aldo Braibanti e Barbara Tosi. Nel periodo olandese che si protrae fino al 1995, realizza anche numerosi murales in spazi pubblici e privati come metropolitane, teatri, discoteche, parchi. Fra gli altri gli vengono commissionati interventi da “Stad-Kunst”, “Green Peace”, “Amnesty International” e da numerosi gruppi teatrali e musicali. Nel 1995 si trasferisce a Berlino dove continua la sua intensa attività pittorica ed artistica.
Questi anni di randagismo e di vita sregolata, ma ricca di ricerca e di sperimentazione, finiscono l’anno successivo, 1996, con il ritorno alle radici mediterranee. Il rientro in Italia e, ancor più nella nativa Altavilla, segna l’inizio di una nuova fase di studio e di sperimentazione che si concentra essenzialmente su due tematiche: la città, tema a lui caro e da sempre presente nelle sue opere sin dagli esordi giovanili e dal periodo fiorentino ,e quindi il paesaggio urbano nelle sue varie connotazioni e la rivisitazione del mito greco; dalla pittura vascolare, ai templi d’ Italia e al patrimonio di cultura e di leggende della Magna Grecia . I due temi, tutt’ora ampiamente rappresentati nella pittura di Alfonso Mangone, si sviluppano in direzioni parallele ,ma creano anche frequenti occasioni di sovrapposizione e di intreccio visivo e contribuiscono non poco a determinarne il segno e la dimensione a tratti onirica.
In questo periodo (1997-2000) Mangone avvia un’intensa collaborazione con la multinazionale Heineken-Italia realizzando una serie limitata di bicchieri per la Stella Artois raffiguranti scorci di Bruxelles e di altre città del Belgio ed una collezione di quadri ad olio e in tecnica mista inseriti nei locali “Heineken Green Stage “.
In anni più recenti Ferdinando Alfonso Mangone approfondisce il suo percorso di ricerca pittorica realizzando svariate mostre personali e collettive a :Milano, Venezia, Paestum, Salerno, Positano, Groningen, Roma, Torino e Napoli.
Nel luglio 2013, in occasione del 70° anniversario del bombardamento di Roma ha partecipato personalmente alle attività commemorative che sono state celebrate nel complesso della Basilica di San Lorenzo in Roma grazie al progetto “Sagome’’, nato nel 2007, sotto il patrocinio dell’Unicef e sostenuto da PrinceArt in collaborazione con la fondazione “Don Luigi Di Liegro”. Durante l’evento commemorativo che è stato celebrato alla presenza del Cardinale Agostino Vallini, Vicario Generale di Sua Santità Papa Francesco per la Diocesi di Roma, l’artista ha donato a Papa Francesco, un ritratto dal titolo “Il Passaggio” raffigurante le immagini di Papa Benedetto XVI e di Papa Francesco.

Esposizioni collettive e personali
1974
- Altavilla Silentina (SA)
1976
- Paestum ( SA)
1978
- Empoli
1979
- Florence; Prato;
1980
- Florence
1981
- Florence
1982
- Florence
1983
- Florence
1985
- Florence
1986
- Modena;
1987
- Paese Sera Roma;-Galleria 28;
1989
- Villa Rufolo, Ravello (SA)
1990
- Elites.Citoyens e Borgeois-Eurasia Roma;
1991
- Galleria de Vorrait- Groningen (NL)
- Aa kunst 91 – Groningen (NL);
1992
- Galleerie de Spatie- Groningen (NI),
- Aa Kunst Groningen (NI),”Arte Alcool”. By Ferruccio Massimi and Franca Savarese, itinerant art exhibition – Italian Institute of Culture Amsterdam (NI);
1993
- Spazio Zeestraat-Den Haag (NI);
- G.Baginhof,Begijnensteeg-Amsterdam (NI);
- Italian Institute of Culture I Amsterdam (NI), Centrum Voor Beeldende Kunst-Groningen (NI);
1994
- Controafa, performance- installazione Museo Campagna Contemporary art section - Campagna (Sa);
1995
- S- come Guglielmo Marconi “Scuola New York” “ Guglielmo Marconi” New York – (Usa);
1995
- M.I.M.I. International Museum of the micro – engraving Galleria La tartaruga (Rome) - M.I.M.I. Novuelles Galleries Arlessiennes Arles (F);
- The Rolex Awards for Enterprice- Ginevre (Ch);
- Gallerie Torigny, - Parigi (F);
- Arte Fiera Berlin;
1996
- Naples;
- Rome;
- Centro Pierpaolo Pasolini (Agrigento);
1998
- Ex Gipsoteca del Graziosi (Mo);
- Qal’at. Artecontemporanea “Storie di città uomini e altri Animali”. A cura di Aldo Braibanti;
- Qal’at. Artecontemporanea (CI), Dall ‘antipittura al flusso del divenire a cura di Elena Mutler;
- Qal’at. Artecontemporanea (CI) Transiti Mediterranei a cura di G.Cavarretta
- Tunisi.Art Collection Palace Exposition Tunisi
1999
- Stadt-unt Fachwerkmuseum Alte Universitat Eppingen (Germany):
2000
- Salerno;
- Milan;
2001
- Salerno;
2002
- Project Elefant – Museum (TO);
2003
- Groningen (NL);
2004
- Palazzo del Podestà – Città di Castello (PG);
- Museum of the micro-engraving;
- Museum of the graphic- Formello (Rome);
2005
- Galleria La Fenice (VE);
- Grande Mosaico dell’Arte italiana (VE);
2006
- Provocazioni-Evocazioni a cura di Alan Franklel E Angelo Riviello,Campagna (Sa)
2007
- Roma;
- 5a Biennale Libro d’ Artista, Cassino (Fr);
- Milano, “Città Percorse” n.2, Galleria del Barcon;
- Rome in white and black by Ferruccio Massimi, Roma;
- Horti Lamiani Bettivò, Rome
- Immagina 2007,Fiera di Reggio Emilia
2008
- Rome;
- Artour - O Museo Shop Temporaneo;
- Firenze Arte Fiera;
- Genova;
- Modest Museum, (Usa)
2009
- Hammer and Sickle;
- Simbols of iron Muspac- experimental Museum of Contemporary art of Aquila Cosmoponia Metropolitana By Giuseppe Ussani d’ Escobar
- Horti Lamiani, Galleria Bettivò, Rome;
- Milan in White and Black, Mac-Miradoli contemporary art
2010
- Rome;
- Hero of the Water (France);
201
- In-Situation of the Unity of Italy;
- Spazio Utopia Contemporany Art – Campagna (Sa);
- The life of art, Campania initiative promoted by Padiglione Italia at the 54a exhibition of art of the Biennal Of Venice for the 1500 anniversary of the Unity of Italy by Vittorio Sgarbi;
- 150 years of Unity- Paestum (Sa);
- L’arte non è cosa nostra - Padiglione Italia -54^ International exhibition of Venice by Vittorio Sgarbi;
- Galleria Vittorio Emanuele Sala del Re - Milan;
- 54 –biennal of Venice - padiglione Italia “The life of art during the 1500 year of the Unity of Italy” By Vittorio Sgarbi
- Palazzo delle Esosizioni - Sala Nervi,Turin
2012
- Through the cities of Europe;
- Tribute to Sandor Marai Upter Roma
2013
- Sees,Myths and Mars city- Cava De’ Tirreni (Sa);
- Vote Art- CAM- Casoria (Na);
- Incendium-Museo PAN-Napoli;
- SAGOME installazione sagome 547 by the association HORTY LAMIANI (ROMA)
- Venezia Salle des Artistes Hotel La Fenice, Venezia
- Libertà è Partecipazione Istituto Pantheon, Roma



© ArsValue 2000-2016 - Tutti i diritti sono riservati. ArsValue.com è un marchio di ArsValue S.r.l. - P.I. 01252700057
Cultura: it-it
Numero righe banner: 1
SezionaAttiva Alta: Banner3
SezionaAttiva Bassa: NonDefinita
TipoLayoutDueRighe: Free